.
Annunci online

blog di francesco latteri - scholten
A Castel di Lucio “I sentimenti dei Nebrodi ed altro” di Anna Napoli presenti Antonio Presti e Maria Teresa Prestigiacomo.
post pubblicato in cultura, il 21 agosto 2018

Inaugurazione prestigiosa, alla presenza del mecenate Antonio Presti di “Fiumana d'Arte” e di Maria Teresa Prestigiacomo di “Red Carpet Magazine”, per l'ormai affermata e molto apprezzata - in Italia e non solo – pittrice Anna Napoli. Castel di Lucio, paesetto sui Nebrodi di origine normanna, noto anche per la presenza di una delle opere significative della “Fiumana d'Arte”, il “Labirinto di Arianna”, è alla ribalta. Rappresenta invero un “ritorno alle origini”. E' infatti il paese natio e quello dell'infanzia di Anna che lo lascia assai presto seguendo le necessità lavorative dei genitori. La formazione di Anna Napoli, che ormai da 


trent'anni risiede in Toscana, terra d'adozione, è da autodidatta. Tuttavia l'infanzia colorata, solare e felice assai spesso è dato rivedere nelle sue bellissime opere, quasi insieme ad una celata nota di nostalgia che tuttavia non prende mai la mano lasciando libero spazio e colore per aprirsi al futuro ed alle realtà del vissuto umano di ogni tempo e luogo. C'è Forte la Sicilia ed i Nebrodi ma nei tratti e nei modi, nello stile, c'è anche tutta la vita “oriunda”: “ho lasciato la mia terra nativa all’età di 9 anni. Ho vissuto e studiato lingue straniere in diversi paesi europei, Svizzera, 


Germania, Inghilterra, Francia. Per passione sono pittrice. Amo l’arte. Viaggio molto in tutto il mondo (…) sono completamente autodidatta. Lavoro in modo formale ed informale. Amo tutti i tipi di medium e ogni mezzo mi permette di esprimermi in un modo diverso. Il mio primo amore sono stati i pastelli, gessetti che trovo eccezionali. Mi hanno permesso di esprimermi in maniera semplice, agile, veloce e molto luminosa, legata più alla natura emotiva del segno piuttosto che alla riproduzione dell’oggetto materiale.Questo è stato il mio primo passo pittorico (…) All’inizio la 


mia arte è stata ispirata dalla mia regione natale, la Sicilia (il mare, le barche, i colori dell’entroterra, la gente del luogo soprattutto persone anziane). Negli ultimi anni sono stata e sono attualmente coinvolta in un nuovo linguaggio pittorico sia per forma che per contenuti.” Il risultato è notevolissimo: un Fascinans che attrae e cattura, che ci riporta all'innocenza ma vista da una maturità ormai acquisita e che ci apre a cerchi più ampi della Mente, del Vivere, del Bello. Le “Collezioni a pastello” di Anna Napoli sono:« La stagione dei Cardi », « Le ferite del tempo », « Le mie bambole », « Studio 


di mani con rosa », « Monamour »; ad “Acrilico” c'è invece « Atmosfere Mediterranee ». Importante la presenza di Antonio Presti sempre impegnato per il Bello e l'Arte e, da ultimo, anche per la Famiglia: “Non c'è bellezza senza Famiglia. La famiglia naturale: Papà Mamma e i bimbi”, così nell'ultima intervista concessami. Significativa anche la presenza del magazine d'Arte bilingue Red Carpet con Maria Teresa Prestigiacomo. Insomma: una Mostra da non perdere.
francesco latteri scholten
Sfoglia luglio        settembre
tag cloud
links
calendario
cerca