.
Annunci online

blog di francesco latteri - scholten
Salvini: Famiglia, Ratisbona ed Europa.
post pubblicato in politica, il 16 maggio 2019

Dati ISTAT 2017: i due nomi più diffusi tra i bimbi nati a Milano, prima città italiana per PIL, sono Ho (di origine cinoasiatica) ed Hamed (di origine islamica). Ovvero oggi, nella prima città d'Italia gl'Italiani sono una minoranza etnica. L'indice di natalità nostrano è il peggiore della UE ed è negativo per 170.000 unità annue, ovvero ogni due anni scompare una città delle dimensioni di Messina, peggio che nel peggior anno della seconda guerra, il 1943. E' l'esito infausto e nefasto di una politica ultradecennale iniqua alla famiglia operata anzitutto dalla sinistra radical chic e, ahimè, anche da certo cattolicesimo ormai preponderante. Una politica che ha le radici in una concezione ideologica che nulla ha a che fare con la grande tradizione dei Paesi europei – Italia in testa – e meno che mai con una sana dottrina cristiana. Uno degl'alfieri nostrani di maggior peso in questa politica è stato l'Apostata Card. Carlo Maria Martini, il quale ha iniziato il suo mandato di Arcivescovo (ahimè) del capoluogo lombardo abolendo la celebrazione in cattedrale dei decennali di matrimonio. Quale celebrazione più significativa della bellezza della famiglia delle nozze d'argento, d'oro, di diamante con Babbo, Mamma, figli e nipoti? La scusa è stata una delle più squallide: si potrebbero offendere i divorziati. Nientemeno. In realtà si dava un colpo 


di scure alla tradizione italica ed occidentale che è tradizione di Famiglia: dalla Gens Julia, Gens Claudia etc, passando per i Medici ed i Fuegger a finire con gli Agnelli, Ferruzzi, etc.. Ma, come già ben notava Hegel “Il matrimonio e segnatamente la monogamia è uno dei principi assoluti su cui si fonda l'eticità di una comunità”. Qui il nesso immediato con la religiosità. La Religione è così l'Anima di un popolo e non come, capovolgendo Hegel, si è voluto, specie a sinistra, “l'oppio dei popoli”. Il “caro” Cardinale poi ha voluto porsi sulla scia di quasi tutta la drammaturgia moderna la quale, come già notava sempre Hegel, ha accentrato il proprio interesse interamente sulla passionalità operando così una sostituzione dell'Accidente con la Sostanza. Questo per aprirsi alla “cultura vera” (?) ossia al dialogo con il modernismo laicista, secolarista e, soprattutto, ateo degli Eugenio Scalfari e degli Umberto Eco (gl'altri due alfieri della scelleraggine): “In cosa crede chi non crede”. Ciò lo ha portato a divenire membro di spicco della “Mafia di San Gallo” interna al Vaticano e a concretare la propria obbedienza al Papa con l'intimazione, in occasione di uno degli ultimi suoi incontri con Benedetto XVI, a quest'ultimo: 


“te ne devi andare”. Oggi a difendere la Famiglia nella UE sono rimasti Orban, Salvini e la Lega, il Principe Jean de France, i Cardinali dell'Est, qualche sparuto Cardinale italiano, tedesco e francese. E qui c'è anche il discorso di Ratisbona, sostenuto dalle Chiese dell'Est e dalle destre europee ed impugnato dalle sinistre radical chic e non, nonché dalla “Mafia di San Gallo” per colpire B16. E si tratta, al solito, di una mezogna: ci si serve infatti di alcune proteste equivoche per gridare all'antiislamismo ed ergersi (falsamente) a paladini di un filoislamismo solo apparente. Il rapporto dei vari “Crad. Martini” con l'Islam infatti mente. Mente perchè evita bene di confrontarsi con l'Islam, con i cui capi religiosi pure si incontra, sui temi fondamentali di quel modernismo cui, nella Chiesa essi sono gli alfieri: il gender, i matrimoni gay, l'omosessualità, l'aborto etc. Sanno infatti benissimo che l'Islam è il nemico giurato di tutto questo e che – crocifissi a parte – su queste tematiche è ben più vicino a Orban o Salvini che non al Card. Martini. L'Europa, sia quella del Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli, Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni, sia quella delle prime concrezioni con Adenauer, De Gasperi e Schuman è quella ormai rappresentata solo da Orban, Salvini e pochi altri. Ed anche i meridionali, cui solitamente il tema della Famiglia è molto caro, nell'attuale scenario politico non trovano altrove sostenitori decenti di questi valori.
francesco latteri scholten.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Salvini: Famiglia Ratisbona ed Europa.

permalink | inviato da frala il 16/5/2019 alle 9:51 | Versione per la stampa
Sfoglia aprile        giugno
tag cloud
links
calendario
cerca