.
Annunci online

blog di francesco latteri - scholten
Markus Soeder, Governatore della Baviera: linea Salvini e ripristino del cattolicesimo di Wojtyla/Ratzinger. Cadrà la Merkel.
post pubblicato in politica, il 25 giugno 2018

 Cadrà Angela Merkel, il suo Governo, la sua coalizione. Effetto Salvini ma ben oltre Salvini. La religione, il “diritto a non emigrare” del cattolicesimo di Wojtyla e Ratzinger e il diritto, come facenti parte della Persona, alla famiglia, alla Patria, alla propria storia sono infatti alla base della politica di Marcus Soeder, classe 1967, dal 16 marzo u.s. Governatore della Baviera. Oltre quello socio politico che ha caratterizzato l'operato in primis in Italia – ma anche in numerosi Paesi dell'Unione, specie quelli ex est Europa – la questione passa ora anche sul piano religioso (come del resto già in Polonia)...


continua
La verità è che l'Italia fa paura.
post pubblicato in politica, il 30 maggio 2018

 La verità è che l'Italia fa paura e con buona pace cerchino sempre di darci dei retrogradi, l'Italia ha sempre anticipato ciò che poi è successo nel resto d'Europa. Come la vecchia politica in Italia, hanno paura di perdere poltrona e potere. Macron ha un popolo in rivolta, pensasse alla Francia, se ne è capace


continua

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la verità è che l'italia fa paura.

permalink | inviato da frala il 30/5/2018 alle 9:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Il 4 marzo, l'imprescindibilità di un governo Lega/M5S e l'anacronismo di Mattarella.
post pubblicato in politica, il 29 maggio 2018

 Ed allora, se è vero che Lega e M5S hanno idee anche assai diverse, è vero anche che voler affrontare davvero i problemi italiani significa ineludibilmente ed improcrastinabilmente passare per un accordo / governo Lega / M5S.


continua
Governino Lega e 5 Stelle: i politici sulla via della volontà popolare?
post pubblicato in politica, il 13 marzo 2018

 Il compito difficile di Salvini e Di Maio non è dunque semplicemente, come sinora era sempre stato in tutte le precedenti legislature, quello di un accordo parlamentare per il governo bensì, ed è la prima volta dall'unità d'Italia, quello di trovare un progetto non solo politico ma economico e socio culturale per la ricomposizione dell'unità nazionale...


continua
M5S sempre più Rootschildclintoniani e anticattolici.
post pubblicato in politica, il 11 marzo 2018

 Con lettera dell'avvocato, il Beppe nazionale caccia Andrea Aquilino, candidato alla Regione Lazio nel 2013 nello staff di Marcello De Vito candidato sindaco al comune di Roma, portavoce dei cattolici, assai attivo per il sostegno ai temi etici, nozze gay, ddl omofobia etc.. “Espulso a mia insaputa! Reato: rifiuto di abiurare la propria fede cattolica ed i principi di democrazia diretta dal basso per abbracciare il fondamentalismo a 5 stelle”, così l'interessato...


continua
Dalle urne 2 dati certi: Italia spaccata in 2 e quadro politico cancellato. Auguri Matteo Salvini.
post pubblicato in politica, il 5 marzo 2018

 2 i dati certi ed incontrovertibili usciti dalle urne: Italia spaccata in due e quadro politico cancellato


continua



permalink | inviato da frala il 5/3/2018 alle 8:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Trump proLife: Vita, Famiglia, Scienza... e per gli USA è Boom economico.
post pubblicato in politica, il 22 gennaio 2018

 L'immagine più bella di The Donald, quella dove abbraccia una bimba Down: E' l'immagine della sintesi della radicale inversione di rotta degli USA in campo etico. La Scelta (con la esse maiuscola) più importante e foriera delle maggiori e più profonde conseguenze negli USA e nel mondo è, indubbiamente, quella dell'adozione del criterio scientifico nelle questioni etiche e la negazione delle altre quali ideologie. E' la concezione dei razionalisti e degli scienziati, da Cartesio e Galileo sino ad Einstein...


continua
Grillo e Grasso per rifare il PC di Breznev e Honeker.
post pubblicato in politica, il 29 dicembre 2017

 Il disegno, portato avanti palesemente sin dal 4 dicembre dell'anno scorso (ma progettato ben prima), prende ora finalmente corpo con gl'abbracci sorridenti di Emma Bonino ed il teologo della liberazione Bergoglio, di Boldrini e re Giorgio, con la formazione di Liberi ed Uguali di Grasso e la subitanea adesione della Boldrini. Invero su tutti i media sinistri va avanti da tempo la campagna che mirava esattamente a questo: vedete è vero che c'è sfascio, ma lo sfascio è tutto opera e colpa dell'area Ulivo / PD proveniente dalla ex DC. Insomma uncapro espiatorio semplice e facile cui addossare tutto e con cui smarcarsi e tutelare la propria aura di santità ...


continua
L'ultimo Templare: Donald Trump
post pubblicato in politica, il 28 dicembre 2017

 Niente più “buone vacanze” alla Casa Bianca, bensì un caloroso “Buon Natale”Israele c'è da tremila anni e da allora Gerusalemme ne è la Capitale. E, così, lo ha ribadito con forza, finalmente, The Donald: per i grandi temi etici, la famiglia, la sessualità, l'aborto, etc. il riferimento della legge deve essere quello scientifico. Dunque basta ideologizzazioni, comprese quelle religiose. Allora perciò l'aborto è...


continua

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. L'ultimo Templare: Donald Trump

permalink | inviato da frala il 28/12/2017 alle 9:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Gerusalemme, ambasciata USA e collaborazione CIA, Mossad e Al Amma.
post pubblicato in politica, il 10 dicembre 2017

 La realtà è che con il “nucleare iraniano” gli equilibri mediorientali si sono orientati in senso del rafforzamento del noto asse di sempre: USA, Arabia Saudita, Israele. Ilrafforzamento della collaborazione militare è decollato soprattuttoall'indomani dell'elezione di The Donald nel 2016 a ben sottolineare il fallimento ed il tramonto definitivo della politica mediorientale targata Obama / Clinton. La rafforzata collaborazione militare USA con Israele e con l'Arabia Saudita è anzi sfociata in collaborazione tra sauditi e Stato ebraico...


continua
Berlusconi: continua la persecuzione da parte della lobby cui figuranti furono Obama/Clinton.
post pubblicato in politica, il 27 novembre 2017

 Il russo Putin, l'italiano Berlusconi, il libico Gheddafi. Spesso, allora, li abbiamo visti insieme, sorridenti nelle parate ufficiali e non. E, spiritualmente, il tedesco Ratzinger ed il russo Kirill... Cosa sarebbe stata l'Europa, il Mediterraneo, il mondo se quest'asse non fosse stato demonizzato, marginalizzato, colpito, sfasciato. Gheddafi, cui l'Italia e gl'italiani devono un monumento, perseguitato ed ucciso con unaHillary che assisteva in collegamento intercontinentale, un Obama Nobel per la Pace, vien da ridere, un Sarkozy che davanti alle iniziali titubanze americane inizia lui l'attacco militare lesto a voler nascondere che proprio Gheddafi gli aveva finanziato la campagna elettorale che lo aveva portato alla presidenza, un motivo in più per ammazzarlo...


continua



permalink | inviato da frala il 27/11/2017 alle 10:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Berlusconi: per volare alto in Europa si guarda di nuovo a lui.
post pubblicato in politica, il 14 novembre 2017

 Tanto la Bibbia – guarderanno a colui che hanno trafitto – quanto il celeberrimo “Barbiere di Siviglia” - tutti mi cercano, tutti mi vogliono – inquadrerebbero bene il ritorno del Cavaliere. Non si tratta semplicemente di un ritorno di popolarità, di un ritorno politico, grazie anche al successo da ultimo delle elezioni siciliane che hanno visto il trionfo di Nello Musumeci fortemente voluto e disegnato, oltre che dai siciliani, dallo stesso Berlusconi. Ciò che sta accadendo in Europa ha radici ben più profonde e ci aiuta in qualcosa il mea culpa recente di Romano Prodi: “con Berlusconi abbiamo sbagliato”...


continua
Nello Musumeci Governatore con il motto di Paolo Borsellino: la Sicilia volta pagina.
post pubblicato in politica, il 10 novembre 2017

 40% dei voti e 36 voti su 70 all'ARS: Nello Musumeci è il nuovo Governatore della Sicilia. Una campagna elettorale fatta all'insegna del motto che fu di Paolo Borsellino, motto che campeggia sulla sua lista, “sarà bellissima”, “senza sbandierare – così lui stesso – l'antimafiosità rischiando di fare il gioco opposto”. E' importante per Musumeci, come dal suo discorso di alcuni giorni addietro davanti ad un pubblico santagatese festante, non tanto l'essere stato Presidente dell'Antimafia, quanto piuttosto l'esserlo divenuto eletto all'unanimità, anche con i voti dell'opposizione. Più importante ancora...


continua
Sfoglia maggio       
tag cloud
links
calendario
cerca