.
Annunci online

blog di francesco latteri - scholten
E, se la risoluzione Unesco per il “muro del pianto” fosse stata presa per la “Pietra Nera” e la Mecca?
post pubblicato in politica, il 19 ottobre 2016

L'Unesco come l'ISIS a Palmira. Quattromila anni di storia cancellati: non ci sono mai stati né Gerusalemme né il Tempio, non ci sono stati i romani che l'hanno conquistata, non ci sono stati i Cavalieri del Tempio a difenderli, non c'è stata la Shoah. Il monte del Tempio, il Tempio ed il Muro del Pianto non ci sono mai stati: esiste solo il complesso della Moschea. Una risoluzione che implicitamente nega l'esistenza di Israele (ma anche dell'Occidente). E' quanto dichiara la risoluzione dell'Unesco in proposito, votata a maggioranza da 24 Paesi perloppiù islamici, con l'astensione complice di ben 26 Paesi tra cui l'Italia ed il voto contrario di soli sei Paesi: USA, Gran Bretagna (voto che forse può tranquillizzare le recenti preoccupazioni dei cittadini ebraici nell'Isola), Germania, Olanda, Estonia e Lituania. Una volta tanto l'ira di ù


Netanyahu è più che giustificata. Difficile immaginare cosa sarebbe accaduto se si fosse al contrario dichiarata La Mecca e la Pietra Nera “complesso della basilica di San Tizio Caio”. Gli attentati alle Torri Gemelle, la strage di Charlie Hebdo e quant'altro sarebbero solo una minutaglia. La vicenda chiarisce una serie di cose: che la presunta neutralità dell'ONU e dell'Unesco è appunto una presunzione; che è vera l'asserzione di chi dice che non esiste oggi un Islam moderato e che il fondamentalismo integralista è componente midollare dell'Islam; che il mondo islamico è chiuso a riccio in una propria realtà autoreferenziale ed egocentrica assolutamente incapace di dialogo; che l'Islam di oggi disconosce le proprie radici teologico-monoteiste ebraiche (Abramo, Mosé, lo stesso Gesù Cristo sono sempre stati considerati Profeti anche nell'Islam e nel Corano); che proprio questo disconoscimento è la


fonte dell'odio viscerale del mondo islamico nei confronti dell'Occidente; che l'unico linguaggio conosciuto è quello della violenza: licenziato Andres Roemer, ambasciatore del Messico per aver cercato di cambiare il voto del suo Paese, costretto ad autosospendersi Michael Worbs Presidente del direttivo tedesco per aver cercato di posporre il voto, minacciata di morte Irina Bokova capo dell'Unesco. Il volto dell'Islam pare oggi essere esclusivamente quello degli Assassini del Veglio della Montagna.

Francesco latteri scholten



Sfoglia settembre        novembre
tag cloud
links
calendario
cerca